#160 - 13 giugno 2016
AAA ATTENZIONE - Questo numero rimarrÓ in rete fino alla mezzanotte del 19 aprile, quando lascerÓ il posto al numero 350. Ora MOTTI per TUTTI : - FinchŔ ti morde un lupo, pazienza; quel che secca Ŕ quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport Ŕ l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte Ŕ costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista Ŕ colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Humour (non sempre) per riflettere

Tempi...moderni?

Equilibri

di Giuseppe Sanchioni

Con grande sollievo apprendiamo dalla stampa che i panda giganti, si proprio quegli orsetti bianchi e neri che sono il simbolo del WWF, hanno raggiunto un numero tale per cui non vengono pi├╣ considerati una specie a rischio estinzione. Siamo molto contenti per loro ma, siccome non si pu├▓ mai stare tranquilli, ora si presenta un nuovo problema e ci assilla unÔÇÖaltra angoscia.
Infatti come si sa i panda hanno una dieta decisamente monotona perch├ę a base di germogli di bamb├╣. Ne consumano pi├╣ di 10 chili al giorno a testa.

EquilibriEquilibri

Chiunque pu├▓ capire che ora sono loro che rappresentano un pericolo di estinzione per altre specie che andranno protette a loro volta.
La specie che riteniamo in pericolo maggiore ├Ę quella dei ristoranti cinesi, nei cui piatti ci sono sempre dei germogli di bamb├╣ che, a questo punto, potrebbe cominciare a scarseggiare.
Quindi ci aspettiamo chiusure a valanga di ristoranti cinesi.
E ci chiediamo: quale sarà il numero minimo per considerare la specie a rischio estinzione e cominciare a prendere provvedimenti? Sarà necessario creare delle riserve di riproduzione dove conservare i pochi ristoranti femmine e maschi a scopo riproduttivo?
Bisognerebbe iniziare a parlarne prima che scompaiano come i dinosauri. E, come i dinosauri, non vorremmo che tra qualche milione di anni gli studiosi di allora si chiedano cosÔÇÖ├Ę che ha fatto sparire i ristoranti cinesi inventando tesi pi├╣ o meno fantasiose, tipo una serie di meteoriti che li hanno colpiti in maniera esclusiva.

Ma pensiamo ci siano anche altre specie a rischio.
Vogliamo considerare i poveri artigiani che fanno i mobili in bamb├╣? Saranno condannati allÔÇÖestinzione pure loro? In qualit├á di artigiani sono gi├á una specie a rischio a causa della cattiva abitudine tutta umana di richiedere la fattura per il lavoro fatto.
Ora si aggiunge un nuovo rischio: ├Ę stato pienamente valutato? Vogliamo ancora diminuire la biodiversit├á?
E poi dicono che lÔÇÖuomo ├Ę il predatore maggiore della natura!

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit Ŕ realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessitÓ di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietÓ tra singoli e le comunitÓ, a tutte le attualitÓ... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicitÓ e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertÓ di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.