#138 - 26 ottobre 2015
AAAAA ATTENZIONE questo numero rester in rete fino alla mezzanotte del 3 maggio quando lascer il posto al numero 351. - BUONA LETTURA - ORA ANTICA SAGGEZZA - Gli angeli lo chiamano piacere divino, i demoni sofferenza infernale, gli uomini amore. (H.Heine) - Pazzia d'amore? Pleonasmo! L'amore gi in se una pazzia (H.Haine) - Nel bacio d'amore risiede il paradiso terrestre (Lord Byron) - Quando si comincia ad amare si inizia a vivere (M. de Scudery) - L'amore la poesia dei sensi ( H. De Balzac) - Quando il potere dell'amore superer l'amore per il potere, sia avr la pace (J. Hendrix)
Ambiente

Iniziativa del Ministero delle Politiche Agricole

Un convegno all'Expo 2015

Agricoltura sociale

Agricoltura socialeAgricoltura sociale

La Rete Fattorie Sociali compie dieci anni, e festeggia con l'entrata in vigore delle legge sull'agricoltura sociale.
Al Convegno internazionale, organizzato ad EXPO dal Ministero delle Politiche Agricole su “Agricoltura Sociale e Microcredito”, sono intervenuti Ilaria Signoriello, portavoce del Forum dell’Agricoltura Sociale, e Marco Berardo Di Stefano, presidente della Rete Fattorie Sociali, in rappresentanza degli operatori italiani dell’agricoltura sociale.

Agricoltura socialeAgricoltura sociale

Signoriello e Di Stefano hanno sottolineato l’importanza dell’agricoltura sociale come insieme di esperienze che mettono al centro dell’attività agricola la promozione delle persone e la tutela dell’ambiente per contribuire allo sviluppo sostenibile e durevole del pianeta. “Il confronto avviato con le realtà degli altri paesi presenti al convegno – hanno sostenuto i rappresentanti italiani dell’agricoltura sociale – dovrà ora tradursi in un percorso di partecipazione a livello mondiale per elaborare la Carta Internazionale dei Principi e dei Valori dell’Agricoltura Sociale”. Nel ringraziare il Ministero delle Politiche Agricole per aver organizzato l’evento, Di Stefano e Signoriello hanno ribadito l’importanza delle legge sull’agricoltura sociale che impegna le diverse istituzioni nella predisposizione degli strumenti attuativi, in particolare per quanto riguarda il decreto ministeriale che definisce i requisiti minimi e le modalità relativi alle attività; il decreto ministeriale che definisce le modalità di organizzazione e funzionamento dell’Osservatorio; l’adeguamento delle disposizioni regionali al fine di consentire il riconoscimento degli operatori da parte degli enti preposti alla gestione dei servizi sociali; l’avviamento del percorso di costituzione di un’organizzazione di produttori nel settore dell’agricoltura sociale; la definizione del marchio nazionale, le modalità applicative per il suo utilizzo e la campagna promozionale per la sua divulgazione; l’attivazione delle misure di sostegno alle iniziative degli operatori.

Agricoltura socialeAgricoltura sociale

È indispensabile – hanno affermato con forza Signoriello e Di Stefano – che la fase di gestione della legge veda il coinvolgimento attivo dei rappresentanti delle reti dell’agricoltura sociale perché, in tal modo, si potrà garantire duttilità a adattabilità nel riconoscere il carattere innovativo delle pratiche di agricoltura sociale, aderendo alle reali esigenze delle comunità locali ed evitando farraginosità burocratiche che potrebbero intralciare le iniziative degli operatori”.

Agricoltura socialeAgricoltura sociale

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessit di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidariet tra singoli e le comunit, a tutte le attualit... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicit e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libert di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.