#246 - 20 settembre 2019
AAAATTENZIONE - CARA AMICI LETTORI, DA QUESTO NUMERO IL GIORNALE DIVENTA MENSILE. LE NUOVE USCITE SARAN- NO AL PRIMO GIORNO DI OGNI MESE. iL NUOVO NUMERO 353 SARA' IN RETE IL GIORNO 1° lUGLIO. BUONA LETTURA A TUTTI. Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà  a massacrare gli animali non conoscerà  ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Pagine Preziose

7 date di presentazione

Alpi tra clima e meteorologia

Alex Cittadella - coeditori Franco Angeli e Club Alpino Italiano

Alpi, clima, meteorologia. È da questi termini che bisogna partire per scoprire le relazioni tra ambiente alpino, uomo e variabili climatiche nel corso del tempo.
Questa è la premessa del volume “Breve storia delle Alpi tra clima e meteorologia” di Alex Cittadella, coedito da Franco Angeli e Club alpino italiano per la collana “Saggi sulla montagna”.
Gli argomenti affrontati non possono essere più attuali, visti i cambiamenti climatici, ormai sotto gli occhi di tutti, che stanno occupando sempre maggiore spazio sui mass media e nel dibattito pubblico.

Il libro di cittadella ha un arco cronologico di riferimento che va dal Medioevo alla Prima guerra mondiale (con accenni anche all'età antica) e intende fornire spunti mirati per un quadro d'insieme sull'emergere della questione climatica nel contesto alpino. Il tutto con l'ausilio di fotografie d'epoca del Museo Nazionale della Montagna e della Fondazione Angelini.
“Il Cai, che condivide e supporta la preoccupazione determinata dai cambiamenti climatici e mobilita le proprie strutture per un sempre maggiore impegno nella tutela dell'ambiente e quindi del clima, con questo volume intende contribuire a quella consapevolezza necessaria affinché il nostro futuro sia orientato nella migliore direzione”, scrive il Presidente generale Vincenzo Torti nella prefazione.
Una particolare attenzione viene riservata all'avvio delle osservazioni meteorologiche sistematiche, alla fondazione degli osservatori lungo tutto l'arco alpino e all'azione congiunta di enti nazionali (tra cui il Cai) e sovranazionali per lo studio del clima.

A dimostrazione delle parole di Torti, sono ben sette le presentazioni del volume organizzate dal CAI il prossimo autunno in varie regioni. Eccoli di seguito:

  • venerdì 20 settembre, alle 18.00 a Tolmezzo (locandina pubblicata qui a fianco)
  • domenica 22 settembre, Pordenonelegge (i dettagli a questo link)
  • sabato 28 settembre, h 16.00 a Verbania all'interno del Festival Letteraltura
  • venerdì 4 ottobre, h 20.30 a Gonars (UD), serata organizzata dal Comune di Gonars e dall'Associazione storica Stradalta.
  • martedì 29 ottobre ore 21 - Belluno (Anniversario della tempesta Vaia organizzato da “Oltre Le Vette”)
  • mercoledì 30 ottobre in mattinata - Falcade (BL), incontro con le scuole
  • sabato 16 novembre ore 21 - CAI Milano (Bookcity)
AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.