#160 - 13 giugno 2016
AAA ATTENZIONE - Questo numero rimarrŕ in rete fino alla mezzanotte del 19 aprile, quando lascerŕ il posto al numero 350. Ora MOTTI per TUTTI : - Finchč ti morde un lupo, pazienza; quel che secca č quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport č l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte č costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista č colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Editoriale

Narciso

di Dante Fasciolo

L’antico detto:
“uno per tutti, tutti per uno”
che racchiude in sè alcuni valori
quali l’unità, il rispetto, il lavoro comune,
obiettivi da raggiungere insieme, vocazione al meglio…

da sempre, nel paese piĂą bello del mondo,
si è catastroficamente trasformato in
“uno contro tutti, tutti contro uno”
che racchiude in sè la negazione totale
del senso da dare alla convivenza sociale.

Non si tratta solo di riferirsi ai nostri giorni
in cui molti cittadini sono chiamati a decidere
delle sorti amministrative delle loro cittĂ ,
bensì di una prassi comportamentale
incarnata nel pensiero quotidiano di ciascuno di noi.

Siamo tutti attori e spettatori
di un’insieme che prevede in sottotraccia
la vittoria mia e la sconfitta dell’altro;
così dall’asilo nido alla pensione,
dalle strisce pedonali all’automobile,
da una scrivania all’altra in ufficio,
tra la bancarella e il negozio,
tra l’inquilino e il condominio…
perfino tra padre e figli,
tra fratello e fratello.

C’è un responsabilità in tutto ciò?
La vita è solo chiacchiericcio tra “comari”?
Lo spettacolo esige solo irrisioni?
L’odio sarà ripagato con beneficio?
La lotta prevede la morte?

Eppure, basterebbe alzare per un momento lo sguardo
oltre il recinto ristretto delle nostre ossessioni,
per vedere e poter credere che la salvezza
della terra e delle societĂ  che vi abitano
hanno un solo modo per sopravvivere:
togliere dal viso di ciascuno di noi
l’insopportabile maschera del narciso.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit č realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessitŕ di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietŕ tra singoli e le comunitŕ, a tutte le attualitŕ... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicitŕ e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertŕ di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.