#135 - 28 settembre 2015
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 3 agosto, quando lascerà il posto al numero 224. BUONA LETTURA A TUTTI - ORA, PER VOI AMANTI DEGLI ANIMALI : E' una gran vergogna spargere il sangue e divorare le belle membra di animai ai quali è stata tolta violentemente la vita (Empedocle) - La caccia, se non è per la sopravvivenza, è una forma di guerra (J. W. von Goethe) - L'uomo si differenzia dagli animali perchè è assassino ( E. Fromm) - Torturare un toro per il piacere, per divertimento, è molto più che torturare un animale, è torturare una coscienza ( V. Hugo) - Un gatto non dormirebbe mai sopra un livbro mediocre (H. Weiss) - Il cane è la virtù che, non pogtendo farsi uomo, s'è fatta bestia (V. Hugo) - Se raccoglierete un cane affamato e lo nutrirete non vi morderà, ecco la differenza tra l'uomo e il cane (M. Twain) -
Cinema

Spazio Oberdan - Milano

Vulcano

di Carlo Marraffa

Dal 10 al 13 ottobre 2015 presso Spazio Oberdan, Fondazione Cineteca Italiana presenta Vulcano, primo lungometraggio di Jaryo Bustamante, orso d’argento a Berlino, un film di una bellezza straziante, ambientato in Guatemala.

VulcanoVulcano

Vulcano è un film che vuole essere al contempo un ritratto etnograficamente documentato di una civiltà che conserva riti ancestrali e la denuncia di un traffico aberrante.
Pur non utilizzando le tipiche caratteristiche del documentario, Bustamante è riuscito ad infondere alla sua opera prima un realismo nitido e profondo.
Ambientato in Guatemala, nel cuore di comunità di etnia maya, Vulcano racconta un mondo sospeso tra credenze ancestrali ed echi lontani di modernità.
Protagonista del film è la giovanissima María, che vive e lavora con la sua famiglia in una piantagione di caffè alle pendici di un vulcano. Nonostante sogni di emigrare negli Stati Uniti, il destino le ha riservato una vita diversa.

VulcanoVulcano

Oltre alla bellissima storia e alla prova degli attori - soltanto due con esperienze teatrali – sorprendenti sono l'audacia tecnica del film e la qualità delle immagini. Ci sono piani sequenza e inquadrature da regista navigato, e si sconfina spesso in un 3D naturale, senza appositi occhiali. Le foglie di caffè si possono quasi toccare. Insomma, un film che rivela un mondo, che vale sicuramente la pena vedere o rivedere.

VulcanoVulcano

Scheda del film
Vulcano- regia e sceneggiatura di Jayro Bustamante. Interpreti.: Maria Mercedes Croy, Maria Telon, Manuel Antun, Justo Lorenzo, Marvin Coroy.
La 17enne María vive in una comunità maya alle pendici di un vulcano attivo, in Guatemala, ed è destinata a un matrimonio combinato con Ignacio, il supervisore della piantagione di caffè dove lavora con i suoi genitori. In realtà, la ragazza sogna di andare a vedere “la grande città”, ma il suo status di donna indigena non le permette di avere contatti con quel “mondo moderno”. L'unica via d'uscita per lei si chiama Pepe, un giovane raccoglitore di caffè che vorrebbe andare negli Stati Uniti, ma che dopo promesse e incontri clandestini se ne va abbandonandola incinta. Poi, a causa del morso di un serpente, María riuscirà finalmente a raggiungere quel “mondo moderno” che, sebbene a caro prezzo, le salverà la vita.

VulcanoVulcano

              info@cinetecamilano.it     ufficiostampa@cinetecamilano.it
PROVERBI ROMANESCHI - Rigalà èmmorto, Donato sta ppe' morì, Tranquillo se lo so n'groppato e Pazienza sta ar gabbio - La farfalla tanto gira al lume finchè s'abbrucia l'ale - Er gobbo vede la gobba dell'antri gobbi ma nun riesce a trovasse la sua - Oro e argento in core, mànneno a spasso fede, speranza e amore - Cent'anni de pianti nun pagheno un sordo de debiti - Qanno te sveji cò quattro palle, er nemico è alle spalle - Non sputà in cèlo che te ricasca 'n bocca! - Mejo puzzà de vino che d'acqua santa -