#126 - 13 aprile 2015
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 3 agosto, quando lascerà il posto al numero 224. BUONA LETTURA A TUTTI - ORA, PER VOI AMANTI DEGLI ANIMALI : E' una gran vergogna spargere il sangue e divorare le belle membra di animai ai quali è stata tolta violentemente la vita (Empedocle) - La caccia, se non è per la sopravvivenza, è una forma di guerra (J. W. von Goethe) - L'uomo si differenzia dagli animali perchè è assassino ( E. Fromm) - Torturare un toro per il piacere, per divertimento, è molto più che torturare un animale, è torturare una coscienza ( V. Hugo) - Un gatto non dormirebbe mai sopra un livbro mediocre (H. Weiss) - Il cane è la virtù che, non pogtendo farsi uomo, s'è fatta bestia (V. Hugo) - Se raccoglierete un cane affamato e lo nutrirete non vi morderà, ecco la differenza tra l'uomo e il cane (M. Twain) -
Iniziative

Assessorato alla Cultura e al Turismo di Roma Capitale

Sala Santa Rita - Roma

Non si raccontano i sogni

Installazione tra Arte e Letteratura

l'installazione site specific Non si raccontano i sogni di Pasquale Polidori
lega suoni, immagini e parole partendo dai versi poetici di Sandro Penna.

Non si raccontano i sogni

Su schermi contrapposti scorrono due video in cui i versi del poeta sono recitati da un'acrobata, Chiara Lucisano, nell'atto di un esercizio fisico armonioso e nello stesso tempo forzato, che elabora le parole secondo un inedito paradigma corporeo. Visitabile fino al 26 aprile.

Al centro dello spazio si snodano le curve di un tavolo su cui sono disposti alcuni brani delle lettere di Penna. Scritti sotto dettatura da un gruppo di persone che stanno apprendendo la lingua italiana, offrono allo spettatore la suggestione immediata delle possibilità dell'interpretazione manuale della scrittura.
I testi poetici utilizzati nei video sono disponibili anche in inglese, tradotti per l'occasione da Mary Desmond.
I dettati sono stati eseguiti da: Yoko Inaba, Marat Mazaev, Leila Rezende Soares, Namiki Serizawa, Alexandra Shvetsova, Jed Smith, Akiko Yamashita.

Non si raccontano i sogniNon si raccontano i sogni

Pasquale Polidori, nato a Tollo nel 1964, vive e lavora a Roma. La sua ricerca artistica interseca procedure di diversa natura nel riuso di testi appartenenti per lo più alla tradizione letteraria e/o politica, spaziando dalla performance alla stampa tipografica, dal video all'adattamento musicale, all'impiego di modalità proprie della teoria e della didattica linguistica.

La mostra, a cura di Silvia Bordini, è promossa dall'Assessorato alla Cultura e al Turismo di Roma Capitale - Dipartimento Cultura, Servizio Programmazione e Gestione Spazi Culturali in collaborazione con il Touring Club Italiano, con il supporto organizzativo di Zètema Progetto Cultura.

PROVERBI ROMANESCHI - Rigalà èmmorto, Donato sta ppe' morì, Tranquillo se lo so n'groppato e Pazienza sta ar gabbio - La farfalla tanto gira al lume finchè s'abbrucia l'ale - Er gobbo vede la gobba dell'antri gobbi ma nun riesce a trovasse la sua - Oro e argento in core, mànneno a spasso fede, speranza e amore - Cent'anni de pianti nun pagheno un sordo de debiti - Qanno te sveji cò quattro palle, er nemico è alle spalle - Non sputà in cèlo che te ricasca 'n bocca! - Mejo puzzà de vino che d'acqua santa -